Cosa Facciamo

La visione come materia prima.

Parliamo di materie prime o di lavoro? La risposta giusta è “Parliamo di tutte e due”; perché contrapporre questi due aspetti del mondo del cibo non solo è sbagliato, ma è addirittura impossibile se si vuole raggiungere un punto fermo sulla propria attività e sul proprio prodotto.

Si possono decantare i migliori fornitori e personale più formato e pluripremiato, in fin dei conti basta pagare per avere il meglio, ma esiste una cosa che non si può comprare e che serve a combinare tutti questi elementi ed è la visione.

Avere una visione significa avere un’idea, avere qualcosa da dire.
Non sempre si sa come dirlo, non sempre si conoscono gli strumenti giusti, ma si possono cercare, non sempre è facile e non è detto che ci si farà capire bene da subito.

Così a volte si cambierà qualcosa, ma se la visione è solida, se so cosa voglio dire ma non ho ancora trovato il mezzo giusto saprò dove indirizzare il cambiamento e la ricerca di nuovi know-how e di nuove materie prime.

Fornitori come Valrhona, Molino Quaglia o gli innumerevoli presidi Slowfood presenti nei nostri prodotti sono da anni ottimi fornitori e partner con cui si collabora, costruendo rapporti di lavoro duraturi e di crescita reciproca.
Tuttavia senza la visione del prodotto, la voglia di portare le lavorazioni, le lievitazioni e le cotture, giorno dopo giorno, verso un nuovo gradino di esperienza culinaria e di degustazione del cibo sarebbero solo degli ottimi fornitori con ottime materie prime a cui chiunque o quasi potrebbe accedere.

Si tratta di far stare bene le persone avendo, quando se ne presenta l’occasione, la possibilità di sorprenderle con gusti ed emozioni non comuni!

Popup_subscribe-01