Chi siamo

Tutto comincia nel 1882 quando Luigi, un antenato della famiglia, si trasferisce ad Arzignano per aprire il primo forno Olivieri. Passano gli anni, alcuni figli emigrano, altri restano in Italia, mantenendo l’attività in vita durante i duri anni della guerra, sostenendo anche altre attività del territorio.
Nel 1927 nasce Bianco Olivieri, papà di Oliviero, il quale dopo una prima esperienza nel negozio di famiglia, apre una propria panetteria. Con l’aiuto della moglie, la nonna Miranda, acquista un pezzo di terreno dove riesce a costruire un laboratorio più grande.

Negli anni ‘70 Bianco Olivieri è il primo a vendere Pan Biscotto e biscotteria confezionata. La moglie Miranda nel frattempo, inizia a produrre i primi dolci da forno. Nascono così le ciambelline della nonna Miranda che iniziarono ad essere vendute anche dagli alimentari della provincia.
Di tutti i figli, Oriana, Romano, Oliviero e Leonardo nessuno inizialmente decide di seguire le orme di famiglia così tutti prendono strade diverse.

Nel 1980, all’età di 52 anni Bianco muore e i fratelli si trovano a dover decidere il da farsi. Oliviero, diciottenne, decide di prendere in mano il negozio ed il laboratorio dove era nato e cresciuto, a condizione di poterlo riammodernare con i macchinari. In pochi anni Oliviero, che comincia a lavorare con la moglie Patrizia, liquida la mamma e i fratelli e ristruttura lo stabile aggiungendo al negozio anche la caffetteria.

Nel 2000 Oliviero fonda Chocoamour, un’azienda di cioccolato, che permette agli Olivieri di aggiungere la cioccolateria all’interno del negozio.
Nel 2006 dopo aver viaggiato molto, Nicola (primogenito di Oliviero e Patrizia) decide di seguire le orme del padre e due anni dopo comincia a studiare la realizzazione di un progetto sulla gelateria. Dopo poco tempo apre insieme al papà Oliviero e ad altri soci, la prima catena di gelaterie biologiche certificate a livello europeo, che dopo qualche anno viene venduta; il gelato però resta e diventa un altro format di punta della Pasticceria Olivieri.
Nicola torna quindi a lavorare in pasticceria dedicando anima e corpo ai grandi lievitati.
Andrea, secondo genito, inizialmente sceglie una strada diversa dalla pasticceria e si trasferisce a Milano all’università decidendo di non seguire le orme della famiglia.

Nel 2009 nasce il nuovo brand Olivieri 1882 che porta con sé l’esperienza del lavoro dal 1882.

L’attività artigianale di famiglia cresce sempre più, i prodotti riscuotono un grande successo e la caffetteria riceve spesso premi e segnalazioni da guide e testate locali e nazionali.
Nel 2015 tutti sentono la necessità di ingrandirsi, anche grazie alla domanda crescente di prodotti a marchio Olivieri 1882 da parte di rivenditori italiani ed esteri. Ad oggi infatti il Panettone Olivieri 1882 è giunto sino in Australia passando anche dalla Francia e dalla Svezia.

Quello stesso anno Andrea torna ad Arzignano per seguire l’acquisto di un nuovo spazio fisico in cui affiancare ad i format ormai avviati (pasticceria, panificio, cioccolateria, caffetteria), un nuovo format che è quello della pizza, che segue coerentemente il filone dei lievitati. Di questo spazio da 1200 mt2 più di 2/3 sono dedicati al laboratorio con oltre trenta macchine tra frigoriferi, abbattitori, forni, ed impastatrici. Lo spazio fisico è un grande capannone industriale a pochi passi dal centro di Arzignano, interamente ristrutturato, aperto al pubblico nel Dicembre 2016 e divenuto in pochi mesi il quartier generale di ogni attività di produzione, ricerca, vendita e servizio.
Nel 2017 Olivieri 1882 viene premiata dal Gambero Rosso tra le migliori colazioni d’Italia grazie alla qualità dei prodotti che offre tutti i giorni alla propria clientela, continuando a sperimentare e tirando fuori idee sempre nuove, ma con un occhio alla tradizione.

Al centro di tutto infatti resta la voglia di sperimentare senza avere paura di rischiare sia nelle scelte imprenditoriali che nelle proposte di prodotto.
Chissà quale sarà la prossima avventura.

Popup_subscribe-01